Quello che conta oggi, nell’era di Internet e della digitalizzazione, è farsi notare e distinguersi dalla concorrenza ma … in che modo? Bella domanda questa ed è proprio il fulcro e l’argomento centrale di questa guida. Quello ci proponiamo di approfondire riguarda proprio il fatto che una qualsiasi attività imprenditoriale o azienda o società o studio di liberi professionisti, insomma tutti coloro che sono titolari di Partita Iva per poter commercializzare i propri prodotti o promuovere i servizi o farsi semplicemente pubblicità, devono oramai confidare su Internet e sulla digitalizzazione. Si tratta di costruire e strutturare un sito web che sia ben posizionato sui motori di ricerca con link interni ed esterni che conducano allo stesso. Vediamo in dettaglio che cosa significa fare SEO.

 Migliore Informatica - SEO

Sito web di un’attività di business: una “vetrina” sul web

Un sito web di un’impresa o di ogni attività di business in Internet è come un “pesciolino disperso nell’oceano”, la possibilità che qualcuno trovi proprio lui è molto bassa. Qualcuno lo troverà sicuramente ma, la possibilità che questo qualcuno sia anche interessato ai suoi prodotti è tendente allo zero.

Il sito Internet può essere considerato alla stregua di una “vetrina di un negozio” che espone i prodotti ai passanti di una strada, è a tempo stesso il luogo digitale in cui l’azienda mostra sé stessa ed accoglie il pubblico di visitatori.

Non solo sul sito Internet di un’attività imprenditoriale possono comparire notizie sui prodotti e sui servizi offerti, può essere erogata assistenza tecnica pre e post vendita, possono essere effettuate transazioni commerciali sia di beni e di servizi direttamente erogabili attraverso la rete, sia di beni tangibili che prevedono un’organizzazione off-line che colloqui online con l’organizzazione digitale.

Moltissimi possono essere gli obiettivi di chi decide di “sbarcare” con la propria attività sul web, ognuno può e deve decidere quale sia la forma migliore per essere presenti in Internet.

Gli obiettivi e i “ruoli” di un sito web aziendale possono essere ascrivibili ai seguenti:

  • vetrina,
  • customer satisfaction,
  • branding,
  • generazione di database,
  • generazione di vendita off-line,
  • commercio elettronico,
  • vendita di servizi pubblicitari.

Migliore Informatica - Business

La vetrina è il modo più semplice ed immediato per essere presenti sul web. La vetrina non è altro che un catalogo che può essere rapidamente sfogliato nel quale, a seconda dei casi, è possibile trovare informazioni relative la propria azienda, la locazione della sede, gli indirizzi di agenzie o filiali periferiche, la vision e la mission dell’organizzazione.

Attraverso il sito web è possibile sviluppare delle forti relazioni con i clienti già acquisiti (customer satisfaction). Attraverso la struttura online si possono fornire i servizi post-vendita di elevato livello, ricevendo un feedback prezioso per orientare al meglio la propria strategia, anche quella offline.

Un’azienda che sceglie Internet per fare branding, punta ad un posizionamento competitivo distintivo per qualità o prezzo. Esistono al mondo centinaia di manuali che tendono ad insegnare come costruire un brand forte, se fosse così facile ogni azienda potrebbe avere un brand grandioso. L’unica costante che troviamo nel costruire un brand è che, in ogni caso, si deve instaurare e mantenere una forte relazione con il proprio cliente.

Migliore-Informatica-Web-developmentUn sito Internet, se opportunamente strutturato (generazione di database), può essere una fonte fenomenale di dati sulle abitudini e le preferenze dei clienti o di potenziali tali. Nel marketing, più che pensare a come convincere un cliente, è importante saperlo ascoltare per comprendere le sue esigenze e strutturare la propria organizzazione in modo da soddisfarlo completamente a 360 gradi.

Il punto di arrivo maggiormente desiderato dalla stragrande parte delle imprese che decidono di approdare in Internet, nella speranza di ampliare in maniera enorme il potenziale dei propri clienti, è il commercio elettronico. Molto spesso è il desiderio di saltare la costosa ed inefficace rete distributiva, rivolgendosi al consumatore finale.

Sono sogni, sogni che qualcuno è riuscito a fare diventare realtà ma, nella maggioranza dei casi, rimangono sogni. Le transazioni commerciali attraverso il web prevedono un’organizzazione particolare, studiata a seconda della tipologia del prodotto o servizio offerto.

Inoltre, non tutti i prodotti si prestano ad essere commercializzati attraverso la rete, non tutti i clienti moderni sono ancora disposti ad abbandonare il negozio tradizionale per l’acquisto sul web. Il commercio elettronico rappresenterà senza dubbio il futuro ma, questo significherà conoscere completamente il proprio cliente.

Il sito può essere concepito anche come mezzo capace di diffondere dei messaggi pubblicitari di altre aziende (vendita di servizi pubblicitari). Questo metodo di business prende lo spunto da altri media, come la televisione che, attraverso la vendita di spazi pubblicitari, riesce a fornire al proprio pubblico spettacoli gratuiti. Gli esempi più comuni sono i banner pubblicitari che appaiono ormai nella maggioranza dei siti commerciali. Questi banner diffondono un messaggio e, attraverso gli iperlink, portano al sito dell’azienda cliente.

 

Come costruire e strutturare un sito ad hoc

Abbiamo messo in evidenza come il sito di un’attività d’impresa debba assolvere ad una funzione di “vetrina” per catturare l’attenzione di “nuovi passanti”, ovvero di nuovi cyber clienti che cercano quella determinata attività aziendale non conoscendola ancora.

Non è altro che il modo più semplice e più immediato per essere presenti nel web.

L’azienda ed ogni attività che si avvale di un sito web deve necessariamente:

  • spiegare chi è (il pulsante “Chi siamo” non deve manca mai)
  • che cosa fa,
  • come lo fa: molti siti istituzionali pubblicano l’organigramma, gli ultimi bilanci, le foto dei dirigenti, una foto di gruppo per dare l’idea del team che sta dietro all’organizzazione.
  • Qual è la mission e la vision dell’impresa

Ma attenzione: lo stile “depliant elettronico” ha dei limiti molto evidenti, soprattutto, se non vengono tenute in considerazione alcune regole fondamentali di Internet che riguardano il posizionamento del sito sui motori di ricerca, l’indicizzazione in un’ottica SEO ed il metodo di scrittura e di utilizzo delle immagini.

L’attenzione di una persona che visita un sito aziendale non è la stessa di chi consulta un catalogo cartaceo: la tempistica che si dedica a “sfogliare” un sito è più flash di quanto sia il tempo che si dedica alla lettura di un depliant cartaceo.

Il visitatore non rimarrà a lungo sulle pagine elettroniche se non troverà immediatamente quello che sta cercando. Passerà velocemente ad un altro sito e ad un potenziale concorrente se, invece di trovare prodotti o servizi, si trova dinanzi a logorroiche presentazioni aziendali o ad improbabili storie di dinastie familiari aziendali.

Prima di iniziare la costruzione del proprio sito aziendale è necessario porsi alcune domande. La prima riguarda l’identificazione dell’obiettivo del progetto: un’azienda deve fare un’analisi approfondita del proprio prodotto/servizio e capire se questo ha possibilità di essere commercializzato attraverso il web.

Nell’avviare un progetto di vetrina elettronica, sarà necessario definire sempre il messaggio principale del progetto aziendale. La domanda da porsi: “Perchè mai qualcuno dovrebbe venire a visitare il sito aziendale?”.

Migliore Informatica - Marketing

Poi si deve procedere con l’approcciare il progetto analizzando una serie di “variabili” da definire ad hoc:

  • definire il messaggio principale;
  • definire i contenuti del sito;
  • identificare i concorrenti e vedere come si muovono;
  • stabilire la tipologia di fruitori;
  • definire l’architettura;
  • decidere lo stile;
  • identificare le risorse specializzate.

Sulla base di quanto definito si potrà iniziare ad operare scegliendo la web agency che ci aiuti ad individuare il presente corredo di attività strategiche:

  • realizzare la struttura del sito;
  • realizzare il corredo iconografico;
  • scrivere i testi;
  • collegare tutte le pagine;
  • fare un test di usabilità;
  • effettuare le correzioni sulla base dei risultati del test;
  • risolvere tutti i problemi di compatibilità con i browser;
  • pubblicare online;
  • posizionamento sui motori di ricerca

 

Posizionamento sui motori di ricerca: attività SEO per il sito web

Rilevante oggi per non rimanere dei “pesciolini rossi che nuotano insieme agli squali” è il ruolo rivestito dall’attività SEO per un sito web. La chiave del successo di un sito web è l’ottimizzazione dello stesso per farlo comparire tra i primi risultati dei motori di ricerca.

Che cosa significa SEO? SEO è quell’insieme di strategie e pratiche volte ad aumentare la visibilità di un sito internet migliorandone la posizione nelle classifiche dei motori di ricerca, nei risultati non a pagamento, nei c.d. risultati “puri.

SEO è un acronimo inglese che sta per Search Engine Optimization, tradotto letteralmente: “ottimizzazione per i motori di ricerca”. Si tratta di pratiche che riguardano diversi aspetti di un sito web: l’ottimizzazione della struttura del sito, del codice HTML, dei contenuti testuali, la gestione dei link in entrata ed in uscita.

In pratica, Quando cerchiamo qualcosa sui motori di ricerca, ci aspettiamo di trovare per primi i risultati migliori, cioè quelli più pertinenti con la nostra ricerca. Per esempio, se cerco “ristorante a Milano”, voglio trovare molte informazioni su un ristorante a Milano, la cucina, il menù, i prezzi, i servizi offerti, dove si trova, ecc.

Migliore Informatica - Search Engite Optimization

Fare SEO significa perciò prima di tutto scrivere contenuti ricchi e pertinenti con le parole con cui un’attività imprenditoriale vuole farsi trovare dai clienti potenziali ed attuali.

I link sono le “strade” del web, ovvero i percorsi ed i sentieri utilizzati per spostarsi da un sito all’altro. Un sito con molti link conducono allo stesso: ciò significa che tutte le strade percorse portano allo stesso sito aziendale, è come un incrocio molto trafficato, quindi molto importante per la visibilità ed il successo del sito web.

Per questo, fare SEO significa anche cercare di ottenere un buon numero di link da siti il più possibile pertinenti e rilevanti.

 

Jacqueline Facconti

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi